This is Tasmegalpa

Il blog di elianto84 aka jack202

Nuova falegnameria mentale
Due di picche a Godot
Giacché c'era tempo
In coma è meglio
Le Saghe di Onan
Patalinguistics
Acido Placido










WonderingAloud
Vestita di nuovo
Out of Control
Adios Kairos
Corvi Arabi
Lineacurva
Ciclofrenia

Last Comments
Post #Id:12   18.10.18 - 10:25 am ~AveniranuB
Post #Id:12   16.10.18 - 3:23 pm ~VianornuB
Post #Id:12   16.10.18 - 1:27 pm ~VianornuB
Post #Id:276   20.02.18 - 9:48 am ~Dottor Satag
Post #Id:273   09.10.17 - 6:16 pm ~.
This Is Tasmegalpa - Encoded by Elianto84
Nel blog sono presenti 203 post raccolti in 21 pagine
La pagina attuale è la numero 1

Previous 1 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 Next




JC

_/-----------| 12.06.18 - 3:48 pm |-----------\_

Ciò che scrivo è soprattutto invenzione; ed è invenzione perché non ho nulla da ricordare che valga la pena. [...] Invento, fabbrico, estraggo ex nihilo. Miller, Hemingway, Céline hanno vissuto avventure personali straordinarie, e basta raccontarle nel modo giusto per assicurarsi l'ammirazione dei lettori. [...] La mia gioventù è stata insignificante: amori opachi, violente passioni quasi sempre ingiustificate e finite frettolosamente, attese, ribellioni senza grandi meriti. [...] Rinuncio a un modo estetico per tentare di penetrarne uno poetico. -Julio Cortàzar
- Modificato il 05.09.18 - 1:46 am -

Post Id:#279 non ha commenti - Lasciane uno


Like a pilgrim in a holy land

_/-----------| 01.06.18 - 4:09 am |-----------\_

Dove ti nascondi, redenzione mia? Ho tanti difetti, ma anche qualche pregio. Dai, fatti avanti.

Post Id:#278 non ha commenti - Lasciane uno


Amaro miele di uomo immorale

_/-----------| 27.02.18 - 2:22 am |-----------\_

Procurati un lavoro, una donna e una casa e potrai trascorrere una vita quasi felice, mi dicevano. Sono riuscito ad osservare ben poche persone da così vicino, alcune sono morte, altre le ho confuse con una maschera, la maggior parte delle rimanenti ha una superficie che non vuol essere scalfita. Da questo poco mi è sembrato che la felicità sia qualcosa che ti prende per stanchezza, o che ti cattura su una pira, ma proprio per questo ti e si estingue, presto. Dalle numerose escursioni finite in un dirupo e nel pensiero di trovare un posto alto e andarmene, andarmene e basta, tutte tese ad agguantare un baluardo su tre, due su tre, quasi tre su tre, sto per dedurre che il periodo più lieto della mia vita è proprio questo senza il becco di un quattrino, dove mi corico e mi sveglio senza adocchiare l'orologio, mangio quello che trovo, quando mi pare, bevo parecchio e faccio concretamente molto poco, ma con enorme passione. Con altrettanto ardore desidero: d'un tratto non sono più un ometto relegato in un involucro poco attraente, sono un'idea famelica e grandiosa, senza alcun limite. Mi imbatterò in qualcosa?
- Modificato il 16.03.18 - 8:53 pm -

Post Id:#277 non ha commenti - Lasciane uno


Scriviamo un futuro semplice per un passato imperfetto

_/-----------| 19.02.18 - 10:20 pm |-----------\_

Ho insegnato che è importante ascoltare i consigli per poi seguirli o disattenderli del tutto sono sempre stato abbastanza bravo ad ascoltare, meno a percepire ma una valanga la percepisco eccome ho spesso confuso speranze, illusioni e nostalgie ma qui è sparito il concetto stesso del tempo esistono il mondo e l'individuo, dipendono l'uno dall'altro io sono, voi siete, entrambe le cose, singolarmente così regolatevi un po' come vi pare, l'avete capito, no che posso lasciarvi solo due passi di danza e non vi garantiranno nulla. Solo la danza in sé. Ho passato quindici anni a cercare quello che avevo già guadagnare il sigillo dell'uomo morale Di quale fittizio valore, Jack? E per farne cosa? Si può davvero essere nudi di fronte a un mare di nebbia e ad uno stemma, dello stesso colore del bambino ai suoi piedi? Risolviamo per sempre l'endiadi di sentimento e ragione: le cose sono una. Ed io voglio qualcosa, una cosa, forte e totale, tutto. Voglio te, che ho già distrutto, che mi hai già spezzato, e non è bastato. Con te è possibile. Solo con te.

Post Id:#276 ha un totale di 1 commenti - Guardali o lasciane un altro


Quello che

_/-----------| 07.10.17 - 5:16 am |-----------\_

non potete, o non volete, capire delle persone col doppio lucchetto, come me, certo, è che questa patina di intoccabilità, intransigenza, severità omicida è del tutto artificiale e, per l'appunto, una patina. Mi hai abbandonato come un cucchiaio, paradigmatico arnese dimenticato. Quando ti ho persa, esattamente? Non ne ho idea. Mi hai fatto presente quello che ho sbagliato, ti ho trascurata, vero. Ma non mi hai dato alcuna possibilità di porre riparo ai miei errori. Stronza. Tanto valeva fare come la bionda, dileguarsi e basta, senza fingere interesse o considerazione nei confronti del mio disappunto o del mio dolore. Ti avrei rivolto ingiurie e minacce inenarrabili, fracassato ogni oggetto fracassabile, ma nel complesso mi avresti inferto meno danni. Non posso dimenticarti "con garbo", in punta di piedi. Non ci riesco. E se anche è vero che la mia quotidianità non è poi cambiata di molto, il motivo è cambiato parecchio, già solo perché prima c'era, adesso no. Così sono tornato a sentirmi solo anche nelle abluzioni tra le persone condotte h24. E sogno qualcuno che metta da parte i timori e trapassi la mia patina da parte a parte. Per ricominciare, essere smentito, amato da una parte di mondo che non mi ha messo al mondo. Altrimenti è facile. Altrimenti, non ne vale la pena. Non è unicamente la felicità ad essere reale solo quando condivisa. Ogni cosa lo è.
- Modificato il 07.10.17 - 4:35 pm -

Post Id:#275 non ha commenti - Lasciane uno


What am I?

_/-----------| 25.09.17 - 4:04 am |-----------\_

Io credo che il tremendo bisogno di avvertire qualcosa dal mondo verso di me, anziché da me verso il mondo, mi farà desistere dal nobile ed eroico ideale che è rivestire la figura di Penelope. Avere forza per due, perdono per due, fiducia per due, pazienza per due, coraggio e lucidità per due, è unico, assoluto, immortale, e del tutto inutile per chi non lo vede e naviga, ignaro e lontano chissà da quanto, tra Circe e Nausicaa. Avverto al contempo un bruciante senso di vergogna e un sottile alito di speranza. Se l'abbandono non mi uccide, se il tradimento non mi uccide, nulla mi uccide. Ma se nessuno eccetto Ulisse mi conosce, come posso andare oltre il bieco sopravvivere? Aspettare o deragliare, questo è il dilemma. L'attesa è fredda, spossante, un sacrificio al Dio che non c'è e forse neppure tornerà a fissarmi da quel mare di blu. Sta tutta nella negazione di quel forse. Deragliare, al contrario, è un istantaneo tuffo al petto. Ma richiede che io mi esponga, integralmente, che perda dieci o quindici anni, che è impossibile, che mi arrenda alla bellezza temporanea, che altro non può essere, ed è avvilente. Ma anche fottutamente attraente. E cosa sono io? Un idealista o un edonista? Entrambe le cose, cazzo.

Post Id:#274 non ha commenti - Lasciane uno


Più forte del nero

_/-----------| 13.08.17 - 10:10 pm |-----------\_

Più forte del nero c'è l'azzurro la stretta della tua mano le parole in un tuo sospiro più forte del nero c'è il desiderio e quella cieca disperata speranza di poter essere felici.

Post Id:#273 ha un totale di 5 commenti - Guardali o lasciane un altro


Per me ormai è tardi

_/-----------| 11.08.17 - 1:46 am |-----------\_

Per me ormai è tardi, ma se voi siete giovani e in vena di ascoltare consigli, fate in modo che il vostro palazzo non sia sorretto da due sole colonne portanti. Perché se un giorno una collassa e capite rapidamente il perché del cedimento, siete ancora in tempo per correre ai ripari. Magari si spacca tutta la libreria e i vasi precipitano in terra, ma pace. Se dopo lunga e silente introspezione una collassa e non riuscite neppure a capire il motivo, il palazzo crolla. E sono cazzi.

Post Id:#272 non ha commenti - Lasciane uno


Come back

_/-----------| 25.07.17 - 3:45 am |-----------\_

La triste verità è che puoi farmi male quanto ti pare, ma non mi butti giù e non cambi il fatto che ti ami. Non sono nemmeno arrabbiato. Per favore, Grè, rivè. La scritta "per Geofor" non mi dona. Rimettiamoli assieme 'sti cazzo di cocci, dai.

Post Id:#271 non ha commenti - Lasciane uno


Sto molto meglio

_/-----------| 24.07.17 - 1:37 am |-----------\_

Vedi, ora posso ingurgitare tutte le schifezze che vedo senza timore che mi scoppino le arterie, posso ferire chiunque per il solo gusto di sentirmi carnefice, progettare le mie vacanze in un pozzo artesiano a Timbuctu, dimostrare la mia grande devozione, al niente, cercare di superare tutti i miei difetti, nessuno, attendere per anni, decenni, eoni, finché non siano spariti tutti dal pianeta che qualcuno (ma chi, a quel punto?) mi regali un bel pezzo di ferro carico e mi possa far da parte anch'io. Posso sopportare grandi escursioni termiche, ammirarmi mentre mi cavo gli occhi con una forchetta e percorrere decine di chilometri nel mezzo di Cinecittà, per vederti accasciare sul mio corpo sgraziato e dolcemente assopirmi al suono, così rock, delle parole "mi fai schifo". Posso strisciare il medio sulla sabbia senza l'ansia che qualcuno mi paragoni ad Archimede e prepararmi alla dialisi: sai, domani mi immettono un mezzo litro di sangue, che ho gli anni di Cristo e ho dato tutto, ma mi tocca ripartire dacché son rimasto solo, di nuovo. Però ci tengo a ringraziarti, perché sono una persona corretta e perché da quando mi hai strappato il cuore, devo ammettere, sto molto meglio.

Post Id:#270 non ha commenti - Lasciane uno